Vobarno - via Goisis (1971-1973)

Due gruppi contigui di tombe basso-imperiali furono recuperati a Vobarno nell’arco di tre anni: un primo nucleo di tre con uno scavo di emergenza realizzato dall’équipe del Museo nell’estate del 1971, quattro inumazioni, di cui una probabilmente plurima, in analoghe circostanze nella primavera del 1973. Tra i vari materiali di corredo, segnaliamo un’olpe e una ciotola in ceramica, dieci armille in bronzo con capi desinenti a testa di serpente, due dadi di bronzo, un antoniniano dell’imperatrice Ulpia Severa, moglie di Aureliano (270-275 d. C.), un grazioso piedino votivo a forma di calzare.

Nella foto si vede la tomba numero 3 con l'olpe a corredo.